Notizie Eurodesk Italy

Analisi comparativa UE dei risultati di PISA 2022: peggioramento dei risultati scolastici e maggiori disuguaglianze

19-02-2024
Analisi comparativa UE dei risultati di PISA 2022: peggioramento dei risultati scolastici e maggiori disuguaglianze

La Commissione europea ha pubblicato un rapporto che valuta i risultati del Programme for International Student Assessment (PISA) 2022 in una prospettiva europea. PISA misura le competenze nelle abilità di base (matematica, lettura e scienze) dei quindicenni di tutto il mondo.

I risultati, molto preoccupanti ma non inattesi, mettono in discussione sia la dimensione dell'equità che quella dell'eccellenza dei sistemi educativi dell'UE, situazione che può influire sulla futura competitività dell'UE e sulla coesione economica e sociale.

Rispetto ai risultati di PISA 2018, il tasso di insufficienza è aumentato in larga misura in matematica e lettura, e più moderatamente in scienze, nella maggior parte dei Paesi dell'UE.

Alcune cifre chiave:
-il 30% degli studenti dell'UE non raggiunge il livello minimo di competenza in matematica e circa il 25% in lettura e scienze
-quasi il 50% di tutti gli studenti provenienti da un contesto svantaggiato non raggiunge il livello minimo in matematica
-la percentuale di studenti che ottengono i migliori risultati è in costante diminuzione.

Recenti ricerche a livello nazionale hanno dimostrato che la crisi di Covid-19 ha peggiorato i risultati scolastici e aumentato le disuguaglianze educative. Ciò è confermato anche dai risultati di PISA 2022.

È importante individuare l'insieme delle cause di questi risultati, riflettere e ricercare ulteriormente, tenendo conto delle diverse specificità dei nostri sistemi educativi nazionali.

L'ambizione dello Spazio europeo dell'istruzione sottolinea la necessità di investire in conoscenze, abilità e competenze.

È necessario affrontare le sfide delineate nello studio PISA e la Commissione europea è pronta a sostenere i Paesi dell'UE in questo processo. Lo Strumento per la ripresa e la resilienza ha già messo a disposizione oltre 70 miliardi di euro per investimenti nell'istruzione e nelle competenze per il periodo 2021-2026.

 

 

 

 

Potrebbe interessarti

Online la versione italiana della Guida Eurodesk EURO-PARTECIPAZIONE E

12-04-2024

Il Consiglio Nazionale dei Giovani e l’Agenzia Italiana per la

11-04-2024

Sapevate che 2 operatori dell'informazione giovanile su 3 si sono già

05-04-2024

I giovani, appena entrati nel mercato del lavoro, si trovano a

15-03-2024

Il presente lavoro di mappatura è stato condotto nel quadro della

22-02-2024