Notizie Eurodesk

Notizie Eurodesk

Un'Unione dell'uguaglianza: prima strategia dell'UE per l'uguaglianza delle persone LGBTIQ

Un'Unione dell'uguaglianza: prima strategia dell'UE per l'uguaglianza delle persone LGBTIQ

In linea con l'annuncio della presidente von der Leyen nel suo discorso sullo stato dell'Unione 2020, la Commissione europea ha presentato la prima strategia dell'UE per l'uguaglianza delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender, non binarie, intersessuali e queer (LGBTIQ).

Negli ultimi anni nell'UE sono stati compiuti progressi verso l'uguaglianza delle persone LGBTIQ; tuttavia la discriminazione nei confronti delle persone LGBTIQ persiste e il 43% dichiara di sentirsi discriminato. La crisi della COVID-19 ha aggravato ulteriormente la situazione. La strategia presentata oggi affronta le diseguaglianze e le sfide che interessano le persone LGBTIQ e definisce una serie di azioni mirate per i prossimi 5 anni, che includono misure giuridiche e finanziarie. La strategia propone, tra l'altro, di estendere l'elenco dei reati dell'UE ai crimini d'odio, compreso l'incitamento all'odio omofobico, e di presentare una normativa sul riconoscimento reciproco della genitorialità in situazioni transfrontaliere. Garantisce inoltre che le preoccupazioni delle persone LGBTIQ siano adeguatamente rispecchiate nella definizione delle politiche dell'UE, in modo che le persone LGBTIQ, in tutta la loro diversità, si sentano sicure e abbiano pari opportunità di prosperare e di partecipare appieno alla società. 

La strategia definisce una serie di azioni mirate, suddivise in quattro pilastri principali e incentrate sui seguenti aspetti: combattere la discriminazione; garantire la sicurezza; creare società inclusive; e guidare la lotta a favore dell'uguaglianza delle persone LGBTIQ nel mondo.

Gli Stati membri sono dunque incoraggiati a basarsi sulle migliori pratiche esistenti e a sviluppare i propri piani d'azione a favore dell'uguaglianza delle persone LGBTIQ. L'obiettivo sarà quello di proteggere meglio le persone LGBTIQ dalla discriminazione, di integrare le azioni intraprese nell'ambito di questa strategia con misure volte a promuovere l'uguaglianza delle persone LGBTIQ nei settori di competenza degli Stati membri.

La Commissione europea monitorerà regolarmente l'attuazione delle azioni delineate nella strategia e presenterà una revisione intermedia nel 2023.

 

Potrebbe interessarti