Notizie Eurodesk

Notizie Eurodesk

Incontro dei Ministri della Gioventù europei: sintesi dei punti principali

Incontro dei Ministri della Gioventù europei: sintesi dei punti principali

Il 1° dicembre il Consiglio europeo ha tenuto una videoregistrazione della sessione pubblica dei Ministri della gioventù europei.

In considerazione del fatto che la ricerca ha messo in evidenza che per i giovani si segnala il livello di benessere più basso tra tutte le fasce d'età e che i tassi di disoccupazione giovanile sono aumentati ovunque in Europa, la Commissaria Mariya Gabriel ha delineato le seguenti priorità:

-La Garanzia per i giovani è una priorità importante per affrontare la disoccupazione: il Consiglio ha adottato una risoluzione in merito due settimane fa e incoraggia gli Stati membri ad attuarla.

-Aumentare la capacità e la disponibilità digitale dei giovani è importante: l'alfabetizzazione e l'apprendimento digitale sono in cima all'agenda. Nel 2021 la Commissione pubblicherà delle linee guida sull'apprendimento online e a distanza nell'istruzione primaria e secondaria.

-Il ruolo dell'animazione socioeducativa: la Commissione invita gli Stati membri a rafforzare il ruolo degli animatori socioeducativi, a intensificare la sensibilizzazione dei gruppi vulnerabili e i partenariati con gli animatori socioeducativi e le organizzazioni giovanili.

-La pandemia ha avuto un forte impatto sulla mobilità fisica: ruolo chiave dei programmi Erasmus+ e Corpo Europeo di Solidarietà. In una certa misura, è stato possibile compensare questa situazione attraverso scambi digitali e attività online. La Commissione incoraggia le istituzioni e le organizzazioni a fornire opportunità online per preservare i risultati dell'apprendimento e ad offrire la possibilità di continuare con un'opportunità fisica in una fase successiva, incoraggiando gli scambi internazionali di giovani appena possibile quando la pandemia si stabilizzerà.

-Erasmus+ e CES saranno strumenti fondamentali per la ripresa del settore giovanile: gli ulteriori 2,2 miliardi di euro di Erasmus+ contribuiranno a rivitalizzare gli scambi giovanili, a garantire una maggiore inclusione e a contribuire a una transizione verde e digitale.

-Ostacoli al volontariato transfrontaliero: la Commissaria riesaminerà la conclusione del Consiglio del 2018 sulla mobilità dei volontari e affronterà le barriere giuridiche, finanziarie e amministrative che oggi ostacolano il volontariato transfrontaliero e la solidarietà.

 

Prossima Presidenza portoghese

La transizione verde e digitale è l'obiettivo principale della Presidenza portoghese che entrerà in carica il 1° gennaio. In questa prospettiva sono state evidenziate 5 parole chiave generali: Resilienza, Sociale, Verde, Digitale e Globale.

Prioritaria per la dimensione giovanile è la partecipazione, con l'accento su

1) Rafforzamento della governance multilivello e,

2) Promozione di un approccio basato sui diritti.

Il Dialogo dell’UE con i giovani manterrà lo stesso tema incentrato sullo Youth Goal #9 “Space and Participation for all” e la prossima Conferenza si svolgerà nel marzo 2021.

 

La prossima riunione dei Ministri della gioventù si terrà il 17 maggio 2021.

 

Potrebbe interessarti