Notizie Eurodesk

Notizie Eurodesk

“I giovani ai tempi del Coronavirus": indagine IPSOS

“I giovani ai tempi del Coronavirus

Una recente indagine condotta in Italia da IPSOS per Save the Children dal titolo “I giovani ai tempi del Coronavirus" analizza opinioni, stati d’animo e aspettative di studenti tra i 14 e i 18 anni. Quello che ne emerge è un quadro critico degli studenti delle scuole superiori: un campanello d’allarme sul rischio dispersione scolastica.

Si stima infatti che circa 34mila studenti delle scuole superiori, a causa delle assenze prolungate, rischiano di alimentare il fenomeno dell’abbandono scolastico. Con l’impoverimento delle famiglie per molti lasciare la scuola significa divenire facile preda di sfruttamento lavorativo.

Il 28% degli intervistati afferma che dal lockdown della scorsa primavera c’è almeno un proprio compagno di classe che ha smesso completamente di frequentare le lezioni. Il 7% afferma che i compagni di scuola “dispersi” sono tre o più di tre.

Il 35% ritiene che la propria preparazione scolastica sia peggiorata.

Per il 38% degli adolescenti la didattica a distanza è un’esperienza negativa. In generale la principale difficoltà è rappresentata dalla fatica a concentrarsi per seguire le lezioni online e dai problemi tecnici dovuti alla connessione internet/copertura di rete propria o dei docenti. Guardando alle dotazioni dei ragazzi, quasi il 18% dichiara di aver a disposizione un dispositivo condiviso con altri e l’8% si trova a frequentare le lezioni in una stanza con altre persone.

 

Potrebbe interessarti