Notizie Eurodesk

Notizie Eurodesk

Diritti umani e democrazia: piano d'azione dell'UE 2020-2024

Diritti umani e democrazia: piano d'azione dell'UE 2020-2024

Ieri, con l'adozione di una comunicazione congiunta e del piano d'azione dell'UE per i diritti umani e la democrazia 2020-2024 la Commissione europea e l'Alto rappresentante hanno illustrato le priorità e la via da seguire in materia di diritti umani e democrazia. Inoltre, hanno presentato una proposta congiunta al Consiglio affinché questi possa deliberare a maggioranza qualificata su questioni che rientrano nel piano d'azione, a testimonianza dell'importanza strategica di tale piano. Lo scopo è quello di promuovere un processo decisionale più rapido ed efficiente in materia di diritti umani e democrazia.

L'evoluzione della geopolitica, la transizione all'era digitale, il degrado ambientale e i cambiamenti climatici rappresentano sfide impegnative, ma anche l'opportunità di promuovere una trasformazione positiva verso società più democratiche e inclusive. La proposta odierna definisce le misure che l'UE e i suoi Stati membri devono adottare per tener conto delle nuove realtà e agire insieme, in linea con i valori fondanti dell'UE.

Sulla scorta dei risultati dei piani d'azione precedenti, il nuovo piano individua le priorità e le azioni chiave per i prossimi cinque anni e rappresenta l'impegno a garantire un ruolo più importante dell'UE nella promozione e difesa dei diritti umani e della democrazia in tutti gli ambiti della sua azione esterna.

Il piano è articolato in cinque linee d'azione: tutelare e responsabilizzare le persone; creare società resilienti, inclusive e democratiche; promuovere un sistema mondiale per i diritti umani e la democrazia; cogliere le opportunità offerte dall'uso delle nuove tecnologie e affrontare le relative sfide; conseguire risultati attraverso la collaborazione.

Queste cinque linee d'azione serviranno da base per le misure operative da attuare a livello nazionale, regionale e multilaterale, tenendo conto delle circostanze e delle specificità locali.

La comunicazione e il nuovo piano d'azione per i diritti umani e la democrazia sono accompagnati da una proposta congiunta al Consiglio a testimonianza dell'importanza strategica di tale piano e al fine di promuovere un processo decisionale più rapido ed efficiente. In caso di accordo, il Consiglio europeo adotterebbe - all'unanimità - il piano d'azione per i diritti umani e la democrazia quale politica di interesse strategico dell'UE. Di conseguenza, in futuro il Consiglio potrebbe deliberare a maggioranza qualificata su questioni che rientrano nel nuovo piano d'azione. Si compirebbe così un passo in avanti verso un'UE più strategica e risoluta.

La comunicazione congiunta e il piano d'azione dell'UE per i diritti umani e la democrazia 2020-2024 corredato della proposta congiunta saranno trasmessi al Consiglio e al Parlamento europeo. Spetta al Consiglio compiere i prossimi passi per l'adozione del piano d'azione dell'UE, tra cui proporre al Consiglio europeo di adottarlo come politica di interesse strategico dell'UE.

 

 

Potrebbe interessarti