Notizie Eurodesk

Notizie Eurodesk

Conferenza sul futuro dell'Europa: al via il 1° Panel dei cittadini europei

Conferenza sul futuro dell'Europa: al via il 1° Panel dei cittadini europei

La Conferenza sul futuro dell'Europa mette le persone al centro della discussione su come l'UE dovrebbe evolvere per affrontare le sfide future.

I panel dei cittadini europei sono una caratteristica centrale della Conferenza. Vi saranno quattro gruppi di cittadini europei, ognuno dei quali sarà composto da 200 cittadini. I cittadini saranno scelti a caso per garantire che siano rappresentativi della diversità dell'UE, in termini di origine geografica, sesso, età, background socioeconomico e livello di istruzione. I giovani tra i 16 e i 25 anni costituiranno un terzo di ogni panel.

I panel dei cittadini europei daranno il via alle loro deliberazioni con la prima riunione di 200 cittadini tra il 17 e il 19 settembre 2021 a Strasburgo. Le prime sessioni di tutti e quattro i panel si svolgeranno nei locali del Parlamento a Strasburgo e inizieranno a lavorare su progetti di raccomandazioni nell'ambito del mandato di ciascun panel.

Questo primo Panel dei cittadini europei si concentrerà su un'economia più forte, giustizia sociale, lavoro/istruzione, giovani, cultura e sport/trasformazione digitale, sulla base dei contributi dei cittadini raccolti in tutta Europa sulla Piattaforma digitale multilingue, oltre al supporto e alle presentazioni di importanti accademici.

I temi di discussione per ciascuno dei successivi tre panel sono:
- Democrazia europea/valori e diritti, stato di diritto: 24-26 settembre
- Cambiamento climatico, ambiente/salute: 1-3 ottobre
- L'UE nel mondo/migrazione: 15-17 ottobre

La seconda serie di sessioni si terrà in formato remoto per tutto il mese di novembre, mentre la terza e ultima sessione si svolgerà nel dicembre 2021 e nel gennaio 2022 presso i seguenti istituti di istruzione:
- a Dublino, Irlanda, Istituto di Affari Internazionali ed Europei e partner;
- a Firenze, Italia, Istituto Universitario Europeo;
- a Natolin (Varsavia), Polonia, Collegio d'Europa; e
- a Maastricht, Paesi Bassi, Istituto europeo di amministrazione pubblica e partner.

 

Potrebbe interessarti